La Storia della Querina: un lungo viaggio che è anche una rinascita interiore


Si naufragava spesso nel XV secolo. Ma raramente si poteva raccontare la propria avventura. Di frequente il mare ingoiava legni e anime senza lasciare tracce né ricordi. Pietro Querini e i suoi compagni di viaggio, strapazzati dalla furia del mare per migliaia di miglia, sono sopravvissuti alla propria nave.

Particolare dalla Tavola 4
della Storia della Querina
di Franco Fortunato
The fifteenth century saw a fair amount of shipwrecks. But rarely could its tale be told. Too frequently the sea swallowed wood and souls without leaving a trace or memories. Pietro Querini and his companions at sea, mistreated by the fury of the sea for thousands of miles outlived their ship.

Il vento e le onde, le tempeste incessanti e furiose sembrano cieche e determinate ad avere la meglio su di loro. Di sessantadue uomini solo undici resisteranno. I più fortunati, ma anche i più forti d’animo. Torneranno a casa dopo un lungo viaggio che passo dopo passo gli insegna qualcosa...

The wind and the waves, the incessant and furious storms seem blind and determined to overcome them. Of the sixty-two men only eleven were to survive. The more fortunate, but also the more strong willed. They were to return home only after a long voyage that pace after pace would teach them something...